Vai al contenuto

Come Vendere Un’App Con Successo: Guida Completa

Come Vendere un'App

Se ti sei mai chiesto come vendere un’app, sei nel posto giusto.

Vendere un’applicazione mobile è un passo significativo che può aprire nuove opportunità imprenditoriali o liberare risorse per altri progetti. Ma quali sono le motivazioni dietro questa decisione?

In questa guida, esploreremo le diverse strategie e i passaggi necessari per vendere con successo un’app, dal valutare le motivazioni alla presentazione dell’app ai potenziali acquirenti.

Continua a leggere per scoprire tutto quello che c’è da sapere su come vendere un’app mobile.

Se un’app fa soldi, perché venderla?

Se stai valutando di vendere la tua app, potresti chiederti quali motivazioni ci siano dietro questa decisione. Potrebbero essere varie:

  • Ti senti esausto rispetto al progetto.
  • Le tue circostanze personali sono cambiate.
  • Il team con cui lavori è in crisi.
  • Il panorama di mercato è mutato.

Tuttavia, la ragione più comune è spesso la semplice voglia di voltare pagina e intraprendere nuove sfide. Gestire un’app non è un compito da sottovalutare: richiede costante impegno e aggiornamenti. Anche se ci sono eccezioni, la maggior parte delle applicazioni necessita di attenzione costante, come l’acquisto di traffico e l’ottimizzazione delle strategie di vendita.

Quando decidi di vendere il tuo progetto, solitamente ottieni un anticipo corrispondente a X volte il profitto netto mensile. A seconda dei profitti che hai generato, questo può rappresentare una somma considerevole, che potrebbe essere investita in nuove avventure o progetti.

Posso Vendere la Mia Applicazione Mobile?

Contrariamente a un’idea diffusa, vendere un’app non viola le regole di Apple. Infatti, la vendita di un’app è considerata un trasferimento legittimo, conforme alle linee guida dell’App Store Connect.

Questo avviene quando si cede l’app a un altro sviluppatore o si desidera trasferirla a un diverso account o organizzazione.

Come Proporre Un’Applicazione a Un’Azienda

L’approccio per presentare la tua app a un’azienda inizia con la raccolta di dati chiave e la creazione di una presentazione accattivante per attirare l’attenzione di potenziali investitori.

  • Raccolta dei Dati. Prima di presentare la tua app, assicurati di disporre di dati significativi. Fornisci informazioni cruciali come entrate, vendite e il traffico degli utenti. Dettaglia anche le spese di manutenzione, evidenziando quanto i potenziali acquirenti dovranno investire dopo l’acquisto.
  • Elevator Pitch. La chiave per facilitare il finanziamento è catturare l’interesse in pochi secondi. Concentrati su un pitch di 20-30 secondi, sintetizzando il valore della tua app. La brevità è potente: meno parole, più impatto. La fiducia nella tua app è contagiosa, coinvolgendo anche gli investitori.
  • Pitch Deck Efficiente. Gli investitori apprezzano dell presentazioni semplici che raccontano una storia coinvolgente. Limita la presentazione a 5 minuti o meno. Una formula efficace è strutturare il pitch deck in 3 pagine:

Pagina 1 – Il Mondo Precedente: Descrivi la situazione prima dell’app, evidenziando il problema. Ad esempio, se la tua app semplifica il rinnovo delle prescrizioni, dipingi un quadro della noiosa procedura pre-app. Crea un’immagine vivida per catturare l’attenzione.

Pagina 2 – Il Mondo Dopo: Illustra il cambiamento positivo apportato dalla tua app. Utilizzando l’esempio del rinnovo delle prescrizioni, mostra come ora è possibile farlo online in modo rapido, risparmiando tempo e risorse. Usa storie tangibili per rendere il cambiamento tangibile.

Pagina 3 – Il Tubo dei Soldi: Descrivi in modo conciso come la tua app genererà profitti per il tuo team e gli investitori. Presenta il team e i ruoli in breve. Sii convincente e diretto nella visione finanziaria.

Che sia una presentazione informale o a un gruppo di investitori, la chiave è la brevità. La potenza delle parole brevi è sottolineata dalla fiducia nella tua app, trasmettendola agli investitori.

Modello di Presentazione Per Vendere un’App a un’Azienda

Fase Descrizione
Introduzione Iniziare presentando l’app e il proprio team, evidenziando le sue funzionalità e il suo valore per l’azienda.
Risoluzione del problema Descrivere come l’app risolve specifici problemi dell’azienda in modo unico ed efficace.
Pubblico di riferimento Identificare il pubblico target dell’app e mostrarne l’allineamento con quello dell’azienda.
Caratteristiche e vantaggi Elencare le caratteristiche principali e i benefici tangibili dell’app, fornendo esempi concreti.
Prezzi Fornire trasparenza sui prezzi e sui costi di manutenzione dell’applicazione.
Demo Offrire una dimostrazione dell’applicazione per mostrare il suo funzionamento in azione.
Prossimi passi Concludere con i passaggi successivi per l’acquisto e fornire informazioni di contatto.

Come Vendere un’App Mobile Alle Grandi Aziende

Una volta preparata la presentazione, siete pronti a cercare i luoghi in cui vendere la vostra applicazione.

Vendere un’applicazione può essere semplificato attraverso i mercati dedicati alle app, simili a eBay ma specifici per il settore. Queste piattaforme offrono uno spazio dove poter inserire la propria app per attirare potenziali acquirenti interessati. È particolarmente vantaggioso per le app di dimensioni più ridotte, con entrate mensili inferiori a 5.000 dollari o meno di 5.000 download.

I due principali mercati di app sono Flippa, con vendite fino a 375 milioni di dollari, e Empire Flippers, che ha raggiunto 280 milioni di dollari di vendite.

Il processo di vendita su questi siti è simile a quello di un negozio online: si inizia raccogliendo informazioni sull’applicazione, si stabilisce il prezzo, si mette in vendita e si attende un acquirente interessato. La negoziazione e la conclusione della vendita avvengono direttamente sulla piattaforma.

vendere un'app su Flippa

Flippa è una scelta popolare per la sua bassa commissione e la semplicità del processo di inserimento dell’annuncio. Gli acquirenti hanno la libertà di fare le loro valutazioni, mentre i venditori possono sentirsi più a loro agio grazie all’approccio non vincolante della piattaforma.

vendere un'app tramite Empire Flippers

Empire Flippers, invece, offre maggiore sicurezza a fronte di commissioni leggermente più elevate, specialmente per le app più piccole. Sebbene i requisiti di verifica siano più severi, la piattaforma sostiene che l’84% delle inserzioni venga venduto con successo una volta accettato.

Flippa vs. Empire Flippers a confronto

Flippa Empire Flippers
Inserzioni riservate Con $100, è possibile aggiornare un’inserzione per nascondere le informazioni sull’app fino al momento in cui gli acquirenti non firmano un NDA. Richiede una prova dei fondi per visualizzare informazioni specifiche su un’inserzione, per prevenire le imitazioni.
Requisiti per l’inserzione Nessun requisito. $29 per l’inserimento nell’elenco. Almeno $2,000 di guadagni mensili e dati di traffico di Google Analytics per almeno 3 mesi.
Due Diligence A pagamento: $1,500 per verificare traffico, entrate e rischi di trasferimento. Team dedicato che verifica proprietà del dominio, traffico, guadagni, spese e informazioni sul venditore. Interviste per attività superiori a $100,000.
Commissione 10% per vendite sotto $50,000. 7.5% tra $50,001 e $100,000. 5% sopra $100,000. 15% per vendite sotto $700,000. 8% tra $700,001 e $4,999,999. 2.5% sopra $5 milioni.

Nell’esplorare le modalità di vendita di un’app, considerate che i marketplace di app offrono una piattaforma unica in cui la vostra app può essere elencata per i potenziali acquirenti.

Aggregatori di app

Gli aggregatori di app come Bluethrone rappresentano una nuova opzione per i venditori, eliminando gli intermediari tradizionali e acquistando direttamente le app. Bluethrone richiede che le app soddisfino determinati requisiti, come un fatturato mensile di almeno 5.000 dollari e almeno 5.000 download.

Per vendere la tua app su Bluethrone, segui questi passaggi:

  1. Valuta il valore della tua app con lo strumento gratuito di valutazione di Bluethrone.
  2. Contatta Bluethrone e richiedi un’uscita dall’app.
  3. Connetti la piattaforma di analisi della tua app per fornire a Bluethrone dati di marketing cruciali come download, ricavi e vendite.
  4. Bluethrone utilizza una tecnologia basata sui dati per prevedere la crescita della tua app e fornisce un’analisi SWOT completa dopo la richiesta di uscita.
  5. Dopo aver ricevuto una proposta da Bluethrone, puoi negoziare il prezzo senza alcun obbligo di vendita immediata.
  6. Una volta raggiunto un accordo, firma un contratto con Bluethrone per completare la vendita e festeggia il successo!

Vendita diretta alle aziende

Le grandi aziende ricevono molte proposte ogni giorno. Molte aziende, come Apple e Google, hanno politiche che scoraggiano le idee non richieste. Tutti vogliono essere acquisiti da un’azienda più grande, il che rende molto più difficile farsi notare. Sarà più facile convincere le aziende ad ascoltarvi se conoscete qualcuno dell’azienda.

Partecipare attivamente alla comunità del settore è cruciale. Eventi come hackathon e conferenze aziendali come TechCrunch offrono opportunità uniche di networking e visibilità.

Inoltre, esistono eventi specifici dedicati alla promozione delle app, come l’App Promotion Summit e MAU Vegas, focalizzati sullo scambio di strategie di crescita e marketing. MWC Barcellona è un altro evento chiave per il networking nell’ambito dell’industria mobile, affrontando tematiche cruciali come la realtà aumentata e il 5G.

Oltre alla vendita diretta alle grandi aziende, è essenziale comprendere le strategie efficaci per promuovere la tua app online.

Come Vendere un’App Alle Piccole Imprese

Le grandi aziende possono permettersi di investire in app che potrebbero non portare immediatamente profitto. Le piccole imprese, invece, cercano soluzioni che possano favorire una crescita immediata del loro business.

Se stai incontrando difficoltà nella vendita della tua app, potresti considerare una nuova strategia.

Riposizionamento della tua app: Una strategia efficace potrebbe essere quella di adattare la tua app per soddisfare le esigenze di una nicchia di mercato di un’azienda correlata. Le piccole imprese sono sempre alla ricerca di soluzioni su misura per le loro esigenze.

Ad esempio, se hai sviluppato un’app simile a Yelp, è improbabile che possa competere direttamente con esso. Tuttavia, potresti trovare un ristorante locale di una catena in espansione che potrebbe trarre vantaggio da una tua applicazione mobile.

Con alcune personalizzazioni, potresti aumentare notevolmente i ricavi dell’azienda. L’integrazione di funzionalità sociali, come la condivisione sui principali social media, potrebbe ampliare la visibilità online dell’azienda. Inoltre, l’implementazione di un programma fedeltà attraverso una tessera digitale potrebbe incentivare gli acquisti e fidelizzare i clienti.

La tua app potrebbe diventare uno strumento fondamentale per la crescita dell’azienda, contribuendo a creare una base di clienti fedeli che potrebbe portare a un aumento significativo delle entrate.

Casi Studio: successo nella vendita di app

Draw Something, il celebre gioco per cellulari sviluppato da OMGPop, una startup con sede a New York, ha fatto scalpore nel 2012, raggiungendo milioni di utenti giornalieri e generando consistenti entrate attraverso gli acquisti in-app. L’amministratore delegato di OMGPop, Dan Porter, preparò una presentazione dettagliata evidenziando il potenziale di crescita e di monetizzazione del gioco, oltre alle solide metriche di coinvolgimento e fidelizzazione degli utenti. Nel marzo 2012, Zynga acquisì il gioco per 180 milioni di dollari, dimostrando il valore dell’applicazione e il successo del team dietro di essa.

Cosa possiamo imparare da questo esempio?

Da questo esempio apprendiamo l’importanza di un pitch deck ben strutturato e dell’attenzione alle metriche chiave, come il coinvolgimento e la fidelizzazione degli utenti, per influenzare positivamente i potenziali acquirenti. Inoltre, il tempismo si è dimostrato cruciale, poiché l’acquisizione di Draw Something è avvenuta durante un periodo di notevole diffusione del gioco, il che ha probabilmente contribuito ad aumentarne il valore.

Waze è un’app di navigazione popolare sviluppata da un piccolo team in Israele e lanciata nel 2009. Grazie alle sue caratteristiche uniche, come gli aggiornamenti sul traffico in tempo reale e la possibilità di segnalare incidenti sulla strada, Waze ha rapidamente conquistato una base di utenti fedeli.

Nel 2013, Google ha acquisito Waze per $1,1 miliardi, riconoscendo il potenziale dell’app nel disturbare l’industria tradizionale della mappatura e della navigazione.

Secondo le relazioni, il team di Waze ha preparato un dettagliato pitch deck che ha dimostrato il potenziale di crescita dell’app e la sua unicità. Hanno inoltre enfatizzato l’alto coinvolgimento degli utenti e il potenziale di monetizzazione attraverso la pubblicità.

Cosa possiamo imparare da questo esempio?

Una proposta di valore unica e un forte coinvolgimento degli utenti possono rendere un’app più attraente per potenziali acquirenti. È importante avere una chiara strategia di crescita e essere in grado di dimostrare il potenziale di monetizzazione. Essere in grado di negoziare condizioni favorevoli, come permettere al team di continuare a operare in modo indipendente, può essere fondamentale per una vendita di successo.

Supercell, lo sviluppatore finlandese di giochi per dispositivi mobili, ha registrato vendite di app di grande successo, incluso Clash of Clans e Clash Royale.

Nel 2016, Tencent, un gigante tecnologico cinese, ha acquisito Supercell per 8,6 miliardi di dollari, stabilendo un nuovo standard per le vendite di app. Il segreto del successo di Supercell risiede nella creazione di giochi di alta qualità, con un forte appeal per i giocatori e un notevole potenziale di monetizzazione.

Inoltre, l’azienda ha investito pesantemente nel marketing e nell’acquisizione di utenti, costruendo così una base di fan solida e fedele.

Cosa possiamo imparare da questo esempio?

Questo esempio ci insegna che concentrarsi sulla qualità dei giochi e investire nelle strategie di marketing e acquisizione utenti sono fondamentali per il successo nell’industria dei giochi per dispositivi mobili. Inoltre, la capacità di negoziare condizioni vantaggiose, come un pagamento iniziale consistente e una percentuale dei ricavi futuri, può fare la differenza nelle vendite in-app.

WhatsApp, un’app di messaggistica sviluppata nel 2009 da un team ridotto, ha rapidamente conquistato un vasto e fedele pubblico grazie alla sua interfaccia semplice e alla focalizzazione sulla privacy.

Nel 2014, Facebook acquisì WhatsApp per $19 miliardi, riconoscendo il potenziale dell’app nel rivoluzionare l’industria della messaggistica tradizionale. Secondo le relazioni, il team di WhatsApp ha preparato un dettagliato pitch deck che evidenziava la forte crescita degli utenti, l’interazione e la fidelizzazione degli stessi. Hanno anche sottolineato il potenziale di monetizzazione attraverso la pubblicità e la messaggistica aziendale.

Cosa possiamo imparare da questo esempio?

Concentrarsi sulla crescita, l’interazione e la fidelizzazione degli utenti può rendere un’app più attraente per potenziali acquirenti.

Il potenziale di monetizzazione attraverso la pubblicità o la messaggistica aziendale può essere un forte punto di vendita.

Essere in grado di negoziare condizioni favorevoli, come consentire al team di continuare a operare in modo indipendente e mantenere una quota dei futuri ricavi, può essere cruciale per le vendite in-app.

Complessivamente, questi esempi dimostrano che è possibile vendere un’app di successo a un’azienda più grande, anche se si è un team ridotto o un sviluppatore indipendente. Con il giusto pitch, proposta di valore e sforzi di marketing, è possibile attirare l’attenzione dei potenziali acquirenti e negoziare una vendita di successo.

È importante essere preparati e avere un’idea chiara di ciò che si vuole ottenere dalla vendita, oltre a essere flessibili ed adattabili.

Un’App Mobile Può Essere un’Attività Imprenditoriale?

I capitali di rischio si aspettano un rendimento elevato, almeno 10 volte il premio di rischio. È così che funzionano le fondamenta dell’economia.

A meno che la tua applicazione non sembri un’eccellente aggiunta a un’azienda di grandi dimensioni, abbia molti utenti e stia crescendo velocemente, è difficile che sia considerata un’impresa di venture capital. È meglio considerare un prodotto del genere come un’impresa operativa, spesso molto più conveniente.

Se l’azienda non può uscire tramite fusione o IPO, i soldi dell’investitore saranno restituiti attraverso i dividendi. Vediamo come può accadere.

Esempio di vendita di un'app e calcolo del prezzo di vendita su Flippa

Supponiamo tu abbia attirato un investimento di $1M. Un anno dopo, inizi a ricevere $1M di entrate al mese, con spese di $500K (traffico e sistemi operativi). Ciò lascia un utile mensile di 0,7 × 500K = $350K. Supponiamo che il 30% del profitto netto, ovvero $105K, andrà ai dividendi. In seguito, ogni investitore riceve denaro in proporzione alla sua quota; supponiamo che tu abbia dato il 20% a un investitore -> l’investitore riceverà $20K al mese o $240K all’anno in dividendi con un investimento iniziale di $1M. Risulta essere rischioso perché il mercato può cambiare e non è molto redditizio per l’investitore.

Questo è solo un esempio, ma i numeri nel mondo reale raramente differiscono anche di 2x da quelli che ho fornito.

Esiste una classe di applicazioni non operative che sono diventate lo standard del settore e possono essere considerate grandi protagonisti. Queste aziende possono essere vendute; in teoria, possono anche diventare pubbliche, poiché molte persone utilizzano i loro prodotti.

Esempi recenti includono Clubhouse: nessuna monetizzazione, molti utenti, ma gli investitori ci credono.

Investire in un’applicazione va bene. La cosa principale è capire cosa può diventare. Spesso è più redditizio e meno stressante per i fondatori avviare autonomamente e creare una “cash cow” senza investimenti.

Spunti ed Esempi di App da Creare e Vendere:

Dopo aver appreso le strategie su come vendere un’app, è tempo di mettere in pratica quanto hai imparato e iniziare a guadagnare con le tue creazioni. Se sei interessato a sfruttare questa opportunità, scopri come monetizzare creando app.

Se invece cerchi ispirazione su quali tipi di app sviluppare e commercializzare, ecco alcuni spunti:

Esplora queste possibilità e inizia a creare app di successo che possano generare guadagni significativi.

Conclusione

In definitiva, la decisione di vendere un’app è un passo significativo che può essere motivato da una serie di fattori personali e professionali.

Gestire un’app richiede impegno costante e la volontà di affrontare sfide in continuo cambiamento nel mercato delle applicazioni. Tuttavia, vendere può offrire opportunità per nuove avventure imprenditoriali o per liberare risorse per altri progetti.

È importante comprendere le modalità di vendita disponibili e prepararsi adeguatamente per presentare l’app in modo convincente ai potenziali acquirenti. Investire in un’app può essere un’opportunità redditizia, ma è essenziale valutare attentamente il potenziale di crescita e stabilire aspettative realistiche sui rendimenti finanziari.

In conclusione, la vendita di un’app può rappresentare una nuova tappa nel percorso imprenditoriale, offrendo l’opportunità di trasformare il lavoro e l’impegno in nuove sfide e opportunità.

b4a9e636838672df53cb92c17cff6ef8?s=100&r=g

Domenico Sottile

Domenico Sottile è un professionista del marketing digitale e scrittore con oltre 7 anni di esperienza nell'aiutare le persone a guadagnare online. Ha lavorato con diverse aziende e startup, offrendo consulenza su strategie di marketing, affiliazione e e-commerce. Domenico è appassionato di condividere le sue conoscenze attraverso articoli informativi e guide pratiche per il successo online.

2 commenti su “Come Vendere Un’App Con Successo: Guida Completa”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *