Vai al contenuto

Come Vendere Nomi di Domini Web e Guadagnare in 7 Passi

Come Vendere Nomi Di Domini Web

Hai mai acquistato un nome di dominio per il tuo sito web ma poi non hai avuto il tempo di mantenerlo? O magari il tuo dominio attuale non è più rilevante e vuoi cambiarlo con uno nuovo?

Qualunque sia la tua situazione, imparare a vendere un nome di dominio può aiutarti a guadagnare online da queste risorse inutilizzate o addirittura a lanciare una nuova attività.

Nel 2021, solo in Italia sono stati registrati quasi 551 mila domini. E i nomi di dominio premium hanno registrato vendite impressionanti, come marketing.com, venduto per 2,5 milioni di dollari l’anno scorso.

Dato che si tratta di un mercato così competitivo e prezioso, è importante seguire le migliori pratiche. In questo articolo, ti guiderò passo passo su come vendere nomi di domini web in modo efficace, offrendoti consigli e trucchi utili per renderlo redditizio.

1. Parcheggiare i nomi di dominio

Parcheggiare nomi di dominio significa registrarli senza associarli immediatamente a siti web o servizi online. Facendo così, puoi riservare i domini per un uso futuro e proteggerti dal cybersquatting.

Alcuni servizi di parcheggio dei domini permettono di guadagnare visualizzando annunci pubblicitari sulle pagine di destinazione dei domini parcheggiati. Se vuoi avviare un’attività di vendita di domini, considera seriamente questa opzione.

2. Valutare il valore dei nomi di dominio

Per vendere nomi di dominio, devi prima capire se hanno valore sul mercato. Le persone compreranno un dominio solo se può generare entrate in futuro. Ecco alcuni suggerimenti per stimare accuratamente il valore dei tuoi domini.

Assicurati la qualità dei tuoi nomi di dominio

Il valore di un dominio dipende da diversi fattori:

  1. Traffico: I domini con traffico preesistente sono più appetibili perché possono posizionarsi meglio sui motori di ricerca. Scopri come aumentare il traffico per alzare il prezzo di mercato dei tuoi domini.
  2. Parole chiave: I domini ricchi di parole chiave hanno più valore perché migliorano il SEO e aumentano il tasso di clic. Usa Google Trends e Google Ads Keyword Planner per valutare la popolarità delle parole chiave dei tuoi domini.
  3. Dominio di primo livello (TLD): Le estensioni come .com o .net costano di più perché hanno una reputazione solida. Valuta anche le nuove estensioni di dominio come .live, .online o .xyz.
  4. Lunghezza: I domini brevi sono più attraenti perché facili da ricordare. Molti dei domini più costosi contengono solo cinque-otto caratteri, come floor.com, venduto per oltre 3,1 milioni di dollari.

Valuta le vendite di domini simili

Gli strumenti di valutazione dei domini sono utili per stimare il valore dei tuoi domini. Questi strumenti usano metriche SEO come i backlink e l’autorità del dominio per fare una stima.

Utilizza diversi strumenti per ottenere una valutazione più accurata. Domainindex.com è uno strumento popolare e gratuito che ti permette anche di confrontare domini simili.

Se non hai esperienza nella vendita di nomi di dominio, è importante conoscere il mercato. Ecco alcune risorse utili:

  • NameBio: Offre un database delle vendite passate di nomi di dominio. Cerca domini simili ai tuoi per capire il loro potenziale di vendita.
  • NamePros: Un forum online dove puoi entrare in contatto con esperti e discutere strategie di vendita.
  • ShortNames: Fornisce informazioni aggiornate su vendite e aste di nomi di dominio brevi, con filtri di ricerca avanzati per monitorare diverse categorie.

Ricorda che queste risorse e strumenti sono solo indicatori generali. Considera anche le tendenze del mercato e i dati demografici per una valutazione completa.

3. Stabilire una strategia di prezzo

Dopo aver capito a quale prezzo potresti vendere i tuoi domini, è il momento di definire una strategia di prezzo. Di solito, puoi scegliere tra due metodi:

Prezzo fisso: In questa strategia, stabilisci un prezzo specifico per il dominio. Un acquirente interessato può acquistarlo immediatamente senza bisogno di negoziare.

Prezzo flessibile: Questa strategia è più adatta per domini dal valore incerto. Ricevi un’offerta da un potenziale acquirente e puoi iniziare a negoziare fino a raggiungere il prezzo desiderato.

Vediamo come funziona nella pratica. Supponiamo che metti in vendita il tuo dominio a un prezzo fisso di 3.000 euro. Gli acquirenti non possono chiedere uno sconto; pagano quella cifra.

Con un prezzo flessibile, invece, gli acquirenti possono contrattare. In base alla domanda e alle abilità di negoziazione, potrebbero pagare anche più di 3.000 euro.

In generale, è meglio usare il prezzo fisso per domini a basso prezzo e il prezzo flessibile per nomi di dominio premium.

4. Decidere dove vendere i nomi di dominio

Per vendere un nome di dominio con successo, devi trovare il mercato giusto. Ecco alcune opzioni per la vendita del tuo dominio.

Vendere il nome di dominio privatamente

La prima opzione è vendere i nomi di dominio senza coinvolgere terze parti. Una vendita diretta funziona bene se crei una pagina di destinazione per il dominio. Aggiungi un messaggio “dominio in vendita” e considera l’idea di includere un portfolio di domini, un modulo di richiesta e i dettagli di contatto per permettere ai potenziali acquirenti di raggiungerti facilmente.

Usa un costruttore di siti web per creare e gestire la tua pagina di destinazione. Non serve avere competenze di codifica: i moderni costruttori dispongono di un editor visuale dove puoi semplicemente trascinare e rilasciare gli elementi per progettare la pagina.

Vendere su un mercato di nomi di dominio

Un altro metodo è registrare il tuo dominio su una popolare piattaforma di vendita di domini. Afternic ed Efty sono due dei migliori marketplace online. Questi siti offrono servizi di deposito a garanzia integrati, interfacce facili da usare e notevole traffico web, aumentando l’esposizione del tuo dominio.

Per mettere in vendita un dominio, basta impostarne il prezzo nel gestore dei domini del sito preferito. Su Afternic puoi fissare un prezzo fisso o organizzare un’asta, mentre su Efty devi fissare un prezzo fisso. I piani di Efty partono da 12 dollari al mese per un massimo di 50 inserzioni di dominio. Afternic, invece, non richiede un canone di abbonamento ma addebita una commissione di vendita del 20%.

Vendere su siti d’asta

Vendere domini su un sito di aste è un ottimo modo per generare interesse. Come in una tipica asta online, inserisci un annuncio e fissa un prezzo di partenza. L’offerente più alto si aggiudica il dominio e ne diventa il nuovo proprietario.

Siti d’asta come Sedo permettono ai venditori di contro-negoziare o abbassare il prezzo durante il periodo dell’asta, se il dominio non raggiunge il prezzo di riserva. Sedo addebita una commissione del 15% basata sui prezzi di vendita del dominio. Anche Flippa è una piattaforma valida da provare, con una commissione del 5-10%.

Quando utilizzi i siti d’asta, considera di aumentare il prezzo del dominio del 5-15% rispetto al prezzo effettivo, per mantenere il margine di profitto nonostante le commissioni del sito.

Vendere tramite un broker di nomi di dominio

Se hai un dominio molto ricercato, un broker professionista può facilitare la vendita e aiutarti a ottenere il miglior prezzo. MediaOptions e Grit Brokerage sono noti broker di nomi di dominio con una solida reputazione.

I broker di nomi di dominio lavorano generalmente su commissione, pagati in base al prezzo di vendita finale. Verifica sempre i termini e le condizioni e se sono previste commissioni anticipate prima di stipulare un contratto con un broker di domini.

Tieni presente che il broker potrebbe rifiutarsi di vendere il tuo dominio se il prezzo potenziale non è sufficientemente alto o se non c’è una grande domanda per esso.

5. Ottimizzare gli annunci dei domini

Un annuncio di dominio ben ottimizzato può catturare l’attenzione dei potenziali acquirenti. Ecco come ottimizzare i tuoi annunci di dominio per ottenere un prezzo più alto:

Pubblicizza le migliori caratteristiche dei domini: Metti in risalto i vantaggi principali dei domini per aumentarne il valore. Ad esempio, condividi le statistiche sul traffico attuale, le entrate pubblicitarie mensili generate e se stai vendendo anche i relativi handle dei social media.

Crea banner pubblicitari: Realizza un semplice banner con un testo essenziale (il prezzo del dominio e un invito all’azione) che indirizzi al sito di vendita o alla pagina di destinazione del dominio.

Aggiorna le informazioni sul record WHOIS: Un record WHOIS mostra le informazioni sulla proprietà del dominio, inclusi il nome e i contatti del proprietario. Usando uno strumento di ricerca WHOIS, gli acquirenti possono contattarti e fare offerte per l’acquisto del dominio.

Metti in mostra i domini sui social media: Crea pagine social per i tuoi domini, iscriviti a gruppi di vendita di domini e connettiti con altri venditori. Pubblica regolarmente contenuti utili e partecipa alle discussioni per ottenere maggiore visibilità e coinvolgimento.

6. Usa un servizio Escrow per proteggere i tuoi nomi di dominio

Per escrow si intende una società di fiducia che agisce come terza parte neutrale. Mette in contatto l’acquirente e il venditore e garantisce che entrambe le parti siano d’accordo sui termini della transazione.

In pratica, l’acquirente riceverà il nome di dominio solo dopo aver versato l’importo concordato su un conto di garanzia. Allo stesso modo, il venditore riceverà il denaro una volta che l’acquirente conferma di aver ottenuto il dominio.

Spesso, se vendi il dominio su marketplace o siti di aste come Sedo o Afternic, il servizio di deposito a garanzia è gratuito. Tuttavia, per una vendita diretta, potrebbe essere necessario acquistare un servizio di deposito a garanzia separatamente.

Tra i servizi di deposito a garanzia online disponibili c’è Escrow.com.

7. Trasferimento dei nomi di dominio

Una volta ricevuto il pagamento, devi trasferire i domini ai nuovi proprietari. Prima di iniziare il processo di trasferimento, però, assicurati che i domini rispettino i requisiti necessari.

Devono essere trascorsi più di 60 giorni dalla registrazione dei domini o dall’ultimo trasferimento. Inoltre, non puoi trasferire un dominio a una nuova società di registrazione se hai cambiato il nome, l’organizzazione o l’indirizzo email del registrante negli ultimi 60 giorni.

La procedura di trasferimento varia a seconda di dove e come hai registrato i domini. Di media, il processo dura solitamente dai 4 ai 7 giorni.

Durante il trasferimento, assicurati che gli acquirenti possano contattarti facilmente e rispondi a tutte le domande che potrebbero avere. Così facendo, ti costruirai una reputazione di venditore di domini affidabile.

Consigli per vendere nomi di dominio e guadagnare

Vuoi vendere nomi di dominio e guadagnare? Ecco alcuni consigli per orientarti nella giusta direzione:

  • Identifica la Nicchia del Dominio
    Cerca di capire a quale nicchia appartiene il dominio. I domini specifici del settore sono più facili da vendere perché si rivolgono a un pubblico mirato. Capire la nicchia ti aiuterà a trovare gli acquirenti giusti.
  • Assicurati un Buon Profitto
    Qualunque sia il prezzo a cui vuoi vendere il dominio, assicurati che sia superiore a quello di acquisto. Approfitta delle buone offerte disponibili, come la nostra offerta Domain Bundle, per massimizzare i profitti.
  • Scegli una Piattaforma di Vendita Strategica
    Elencare il tuo dominio su una piattaforma ben nota, con buone valutazioni e risorse affidabili, aumenta le probabilità di vendita. Prima di scegliere un marketplace, fai le dovute verifiche e consulta le recensioni degli utenti su siti come Trustpilot.
  • Utilizza i Prezzi Psicologici
    Applica una strategia di prezzo psicologico per attirare gli acquirenti. Per esempio, prezza il dominio a 399 euro invece che a 400 euro. Questo piccolo trucco può fare una grande differenza nelle decisioni di acquisto degli acquirenti.

Seguendo questi consigli, sarai sulla buona strada per vendere i tuoi nomi di dominio con successo e guadagnare.

FAQ – Come vendere un nome di dominio

Come funzionano i marketplace dei nomi di dominio?

La maggior parte dei marketplace di nomi di dominio consente ai venditori di elencare i domini fissando un prezzo fisso o flessibile. In seguito, gli acquirenti acquistano il dominio al prezzo indicato dal venditore o fanno un’offerta per avviare il processo di negoziazione.

È facile vendere un nome di dominio?

Sì. Conoscendo il valore del vostro dominio e utilizzando la giusta strategia di prezzo e la giusta piattaforma, dovrebbe essere facile trovare acquirenti per il vostro nome di dominio.

Dove posso vendere velocemente un nome di dominio?

Se volete vendere rapidamente il vostro nome di dominio, inseritelo in un noto mercato di domini o in un sito di aste. Queste piattaforme offrono in genere funzioni preziose che possono aumentare l’esposizione del vostro dominio.

Conclusione

I nomi di dominio sono una risorsa preziosa per privati e aziende. Non solo fungono da indirizzi per siti web, ma sono anche un elemento chiave del branding.

Per questo motivo, la compravendita di domini è diventata una strategia interessante per fare soldi online.

Puoi guadagnare mettendo in vendita domini parcheggiati o inutilizzati su marketplace e siti di aste, oppure creando le tue landing page.

Tuttavia, qualunque sia la piattaforma scelta, è fondamentale comprendere il mercato dei domini e seguire le migliori pratiche.

Speriamo che questo articolo ti abbia fornito le informazioni necessarie per avviare una nuova attività o generare entrate dai tuoi nomi di dominio. Buona fortuna!

b4a9e636838672df53cb92c17cff6ef8?s=100&r=g

Domenico Sottile

Domenico Sottile è un professionista del marketing digitale e scrittore con oltre 7 anni di esperienza nell'aiutare le persone a guadagnare online. Ha lavorato con diverse aziende e startup, offrendo consulenza su strategie di marketing, affiliazione e e-commerce. Domenico è appassionato di condividere le sue conoscenze attraverso articoli informativi e guide pratiche per il successo online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *